Tracce Recenti

Tresigallo Ospedale Settembre 2016-157-Modifier-3.jpgTresigallo Ospedale Settembre 2016-171-Modifier-2-Modifier.jpgTresigallo Ospedale Settembre 2016-200-Modifier-2.jpgTresigallo Ospedale Settembre 2016-219-Modifier-3.jpguntitled-Modifier-2 defringed.jpguntitled-Modifier-2.jpg

Sono entrato piu’ volte nell’ex ospedale Boeri di Tresigallo, probabilmente l’edificio piu’ importante realizzato durante la ricostruzione del paese negli anni 30, sotto l’impulsione di Edmondo Rossoni. All’interno come all’esterno, le forme, le geometrie e l’organizzazione degli spazi, richiamano con eleganza i canoni dello stile razionalista.
L’ospedale, antica Colonia Post Sanatoriale, giace oggi in stato di semi abbandono. La decadenza progressiva delle sue strutture, se non contenuta, la renderà presto un triste simulacro del passato.
Eppure, percorrendone i lunghi corridoi semibui si avverte con chiarezza la presenza di tracce di vita recente, come se il luogo fosse in stato di animazione sospesa, sorta di pausa temporale, in attesa che il tempo riprenda il suo corso.
Tavoli e sedie sono disposte in ordine sparso all’interno di sale ed uffici ormai deserti
Negli ambulatori abbandonati, cartoline, calendari e disegni appesi ai muri testimoniano un vicino passato pulsante di vita.
Libri, preziose memorie di sapere medico, giacciono ora abbandonati ed inutili sui pavimenti o in armadi ormai cadenti.
Nella cappella, il confessionale, la sua porta dischiusa, attende ancora il prossimo fedele.
Senza un cambiamento, in un futuro ormai prossimo, le tracce scompariranno, cancellate dal degrado che, impietoso, s’approprierà del luogo.
Queste immagini sono per non dimenticarsi di questo splendido edificio, testimone di un’ utopia non realizzata, e per ricordare tutti coloro che, nel corso degli anni, ne hanno rappresentato la sua linfa vitale.